Sei qui: Servizi e Tariffe >> Mix per gli ISP >> Servizi
 


PEERING PUBBLICO

E' il servizio base reso agli ISP che si collegano al MIX per scambiare traffico IP a titolo non oneroso tramite un'infrastruttura Layer 2 condivisa con tutti gli altri ISP presenti al MIX.

Generalità         Vantaggi         Cos'è Incluso         Costi

GENERALITA'
  • Disponibile per tutti gli ISP che abbiano sottoscritto il "Regolamento di Adesione a MIX" di cui ne soddisfino i pre-requisiti tecnici e formali;
  • Traffico scambiato tramite le VLAN pubbliche di MIX a titolo non oneroso;
  • Valido per una o per tutte le seguenti tipologie di traffico:
    • Unicast IPv4
    • Unicast IPv6
    • Multicast IPv4
    • Multicast IPv6
  • Realizzato tramite protocollo BGP, all'interno di un numero di Autonomous System (AS) pubblico rilasciato da un Regional Internet Registry (RIR) ad es.: APNIC, ARIN, LACNIC, RIPE-NCC, etc. e con indirizzi IP pubblici appartenenti al proprio AS.
VANTAGGI
  • Possibilità di realizzare liberi accordi di peering diretto con tutti gli ISP collegati sul MIX;
  • Peering diretto con la replica di i.root-servers.net, k.root-servers.net e j.root-servers.net ;
  • Peering diretto con i name-server secondari per i ccTLD e TLD collegati al MIX (es. ".IT", ".EU", ".COM", ."NET", etc.);
  • Visibilità in tempo reale e dello storico delle proprie statistiche di traffico differenziato in: traffico totale, traffico per interfaccia, traffico verso ogni singolo altro peer e traffico per tipo di porta TCP/UDP; (vedi "Statistiche")
  • Visibilità esterna grazie all'inserimento nella lista degli operatori pubblicata nel sito di MIX ed inserimento nel data-base di Euro-IX;
  • Inserimento nelle mailing-list tecniche dei clienti MIX ed accesso riservato alle pagine per gli afferenti, contenenti informazioni, tools, statistiche e documentazione tecnica aggiuntiva di interesse;
  • Possibilità di partecipare agli eventi organizzati da MIX, luoghi di incontro e condivisione delle conoscenze.
INCLUSO NEL SERVIZIO
  • Allocazione ed utilizzo delle porte degli switch del MIX;
  • Collegamento alle porte degli switch del MIX da qualsiasi punto della sala dati tramite cablaggio strutturato predisposto da MIX;
  • Assegnazione di due indirizzi IPv4 e di due indirizzi IPv6 appartenenti allo spazio di indirizzamento di MIX da utilizzarsi sulla VLAN primaria e su quella di back-up di Peering Pubblico;
  • Risoluzione inversa degli indirizzi assegnati nei DNS primario e secondari dello spazio di indirizzi di MIX;
  • Assistenza 24x7 da parte del Network Operator Center (NOC) di MIX;
  • Accesso Out-of-Band (OOB) predisposto dalla MIX per la gestione remota degli apparati degli ISPs se installati nelle sale dati di MIX;
  • Possibilità di installare propri apparati di rete all'interno delle sale di MIX a costi preferenziali;
Ciò che esula dalla lista precedente non è incluso nel servizio standard. Gli ISP possono comunque richiedere risorse fisiche ulteriori o prestazioni aggiuntive prendendo contatti diretti con il NOC

PEERING PRIVATO

E' un'estensione al servizio base con cui gli ISP già presenti al MIX realizzano accordi di peering bilaterali a scopo di transito oppure in presenza di quantità di traffico tali da richiedere risorse di peering dedicate e con caratteristiche di qualità internamente prestabilite.

Generalità         Vantaggi         Cos'è incluso         Costi


GENERALITA'
  • Consente di creare una connessione riservata tra due ISP tramite una connessione virtuale realizzata tramite gli switch del MIX;
  • Disponibile per tutti gli ISP che siano già collegati alla LAN di Peering Pubblico;
  • Realizzato tramite VLAN dedicate e riservate a due afferenti al MIX che partecipano alla VLAN riservata nelle seguenti modalità:
  • collegando agli switch del MIX un’interfaccia dedicata allo scopo: questo richiede l'utilizzo di una porta dedicata sugli switch del MIX;
  • utilizzando un’interfaccia già in uso (es. utilizzata per il peering pubblico) ed applicandovi il protocollo 802.1Q (tagging dell'interfaccia);
  • Valido per una o per tutte le seguenti tipologie di traffico:
  • Unicast IPv4/IPv6
  • Multicast IPv/IPv6
  • Realizzato tramite protocollo BGP, all'interno di un numero di Autonomous System (AS) pubblico rilasciato da un Regional Internet Registry (RIR) ad es.: APNIC, ARIN, LACNIC, RIPE-NCC, etc. e con indirizzi IP pubblici appartenenti al proprio AS;
  • Il traffico prodotto sulla VLAN dedicata partecipa in modo aggregato al grafico del totale di traffico di MIX; inoltre, se la VLAN è realizzata con porte dedicate, il traffico è monitorato separatamente da quello del peering pubblico ed i dati di traffico specifici sono visualizzabili ai soli ISP coinvolti nel peering privato.

VANTAGGI'

Oltre ai vantaggi presenti con il servizio di Peering Pubblico:

  • Possibilità di instradare flussi di traffico privato tramite risorse già in uso verso altri ISP collegati a MIX;
  • Visibilità in tempo reale e dello storico delle statistiche di traffico sulla VLAN privata differenziato in: traffico totale, traffico per interfaccia, traffico verso ogni singolo altro peer e traffico per tipo di porta TCP/UDP; ( vedi "Statistiche")

INCLUSO NEL SERVIZIO
  • Allocazione ed utilizzo delle porte aggiuntive sugli switch del MIX in base alle richieste degli ISP oppure configurazione in Q-Tagging di interfacce già in uso;
  • Collegamento alle porte degli switch del MIX da qualsiasi punto della sala dati tramite cablaggio strutturato predisposto da MIX;
  • Configurazione e mantenimento della VLAN privata, cui viene assegnata una rete IPv4/30 ed una rete IPv6/64 appartenenti allo spazio di indirizzamento di MIX ma esterne al blocco di rete dedicato al Peering Pubblico;
  • Assegnazione di un indirizzo IPv4 e di un indirizzo IPv6 ad ciascuno degli ISP della VLAN privata;
  • Risoluzione inversa degli indirizzi assegnati nei DNS primario e secondari dello spazio di indirizzi di MIX;
  • Assistenza 24x7 da parte del Network Operator Center (NOC) di MIX;
  • Accesso Out-of-Band (OOB) predisposto dalla MIX per la gestione remota degli apparati degli ISPs se installati nelle sale dati di MIX;
  • Possibilità di installare propri apparati di rete all'interno delle sale di MIX a costi preferenziali;

Ciò che esula dalla lista precedente non è incluso nel servizio standard. Gli ISP possono comunque richiedere risorse fisiche ulteriori o prestazioni aggiuntive prendendo contatti diretti con il NOC


PEERING TRAMITE CLOSED USER GROUP

E' un servizio dedicato a gruppi chiusi di ISP che necessitano la condivisione di una LAN su cui instradare tipologie di traffico specifiche e soggette agli interessi (SLAs) del gruppo.

Generalità         Vantaggi         Cos'è incluso         Costi


GENERALITA'
  • Consente di aprire, su VLAN dedicata, rapporti di peering riservati tra un numero limitato di ISP;
  • Disponibile per tutti gli ISP che siano già collegati alla LAN di Peering Pubblico;
  • Realizzato tramite VLAN dedicate e riservate agli ISP del gruppo che partecipano alla VLAN riservata nelle seguenti modalità:
  • collegando agli switch del MIX un’interfaccia dedicata allo scopo: questo richiede l'utilizzo di una porta dedicata sugli switch del MIX;
  • utilizzando un’interfaccia già in uso (es. utilizzata per il peering pubblico) ed applicandovi il protocollo 802.1Q (tagging dell'interfaccia);
  • Valido per una o per tutte le seguenti tipologie di traffico:
  • Unicast IPv4/IPv6
  • Multicast IPv/IPv6
  • Realizzato tramite protocollo BGP, all'interno di un numero di Autonomous System (AS) pubblico rilasciato da un Regional Internet Registry (RIR) ad es.: APNIC, ARIN, LACNIC, RIPE-NCC, etc. e con indirizzi IP pubblici appartenenti al proprio AS;
  • Il traffico prodotto sulla VLAN dedicata è monitorato separatamente da quello del peering pubblico. I dati di traffico specifici sono visualizzabili ai soli ISP coinvolti nel CUG, mentre vengono visualizzati in modo aggregato nel grafico totale di traffico di MIX;
VANTAGGI

Oltre ai vantaggi presenti con il servizio di Peering Pubblico:

  • Possibilità di instradare flussi di traffico riservato tramite risorse già in uso verso altri ISP collegati su MIX;
  • Visibilità in tempo reale e dello storico delle statistiche di traffico sulla VLAN privata differenziato in: traffico totale, traffico per interfaccia, traffico verso ogni singolo altro peer e traffico per tipo di porta TCP/UDP; ( vedi "Statistiche")

INCLUSO NEL SERVIZIO
  • Allocazione ed utilizzo delle porte aggiuntive sugli switch del MIX in base alle richieste degli ISP oppure configurazione in Q-Tagging di interfacce già in uso;
  • Collegamento alle porte degli switch del MIX da qualsiasi punto della sala dati tramite cablaggio strutturato predisposto da MIX;
  • Configurazione e mantenimento della VLAN privata, cui viene assegnata una rete IPv4/29 ed una rete IPv6/64 appartenenti allo spazio di indirizzamento di MIX ma esterne al blocco di rete dedicato al Peering Pubblico;
  • Assegnazione di un indirizzo IPv4 e di un indirizzo IPv6 ad ogni ISP che partecipa al gruppo;
  • Risoluzione inversa degli indirizzi assegnati nei DNS primario e secondari dello spazio di indirizzi di MIX;
  • Assistenza 24x7 da parte del Network Operator Center (NOC) di MIX;
  • Accesso Out-of-Band (OOB) predisposto dalla MIX per la gestione remota degli apparati degli ISPs se installati nelle sale dati di MIX;
  • Possibilità di installare propri apparati di rete all'interno delle sale di MIX a costi preferenziali.

Ciò che esula dalla lista precedente non è incluso nel servizio standard. Gli ISP possono comunque richiedere risorse fisiche ulteriori o prestazioni aggiuntive prendendo contatti diretti con il NOC


CO-LOCATION

E' il servizio reso all'interno delle sale dati di MIX e a corredo degli operatori presenti in MIX; il data-center di MIX è infatti esclusivamente atto all'installazione di apparati di routing o trasmissivi (vedi anche la sezione "MIX per i Carrier") degli operatori e non è un servizio di housing/hosting fine a se stesso.

Generalità         Vantaggi         Cos'è incluso         Costi


GENERALITA'
  • Gli ISP hanno disponibilità di installare i propri apparati all'interno della sala dati di MIX nelle seguenti aree:
  • Ala Blu : nel caso di installazione di apparati di rete, alimentati a 220 V AC
  • Ala Arancione : nel caso di installazione di apparati di rete alimentati a -48 V DC
  • Ala Verde : nel caso di installazione di cassetti ottici (richiede la sottoscrizione del contratto Layer 1 )
Per una descrizione dettagliata di ogni area, si rimanda a Sala Dati

VANTAGGI

Oltre ai vantaggi presenti con il servizio di Peering Pubblico:

  • Disponibilità di usufruire di uno spazio di co-location in un'area altamente attrezzata ed a costi molto contenuti; per una dettagliata illustrazione degli spazi vai a Sala Dati
  • Assistenza di primo livello, gestione guasti e supporto all'installazione degli apparati e agli interventi diretti sugli stessi (inserimento schede, collegamenti, test, etc) direttamente da parte del NOC del MIX
  • Velocità e flessibilità negli interventi grazie al contatto diretto con il NOC
  • Accessibilità ai locali in modalità 24x7
  • Disponibilità del servizio di accesso Out-of-BAND (OOB) predisposto dalla MIX per la gestione remota dei propri apparati attivi

INCLUSO NEL SERVIZIO
  • Reperibilità ed assistenza 24x7 da parte del Network Operator Center (NOC) di MIX
  • Accesso 24x7 alle sale dati con presenza del NOC del MIX
  • Accesso Out-of-Band (OOB) predisposto dalla MIX per la gestione remota degli apparati degli ISPs se installati nelle sale dati di MIX
  • In Ala Blu :
  • fornitura di rack 19" tipo: 600x600, 600x800,800x1000
  • precablaggio dai rack agli switch del MIX in Fibra MM e SM e/o in Rame
  • alimentazione ridondata sui due sistemi elettrici indipendenti in dote alla sala dati
  • precablaggio dai rack al sistema di OOB predisposto da MIX
  • In Ala Verde :
  • fornitura di spazio rack 19" per l'alloggiamento di cassetti ottici terminatori di fibre del/per l'ISP
  • precablaggio dai rack agli switch del MIX in Fibra MM e SM
  • In Ala Arancione :
  • fornitura di spazio cui installare rack di proprietà degli ISP con disponibilità di alimentazione 220V AC e -48V DC
  • cablaggio dai rack degli ISP agli switch del MIX
  • cablaggio dai rack degli ISP al sistema di OOB predisposto da MIX

Ciò che esula dalla lista precedente non è incluso nel servizio standard. Gli ISP possono comunque richiedere risorse fisiche ulteriori o prestazioni aggiuntive prendendo contatti diretti con il NOC


SERVIZI DI INTERCONNESSIONE

La sala dati di MIX rappresenta una grande "Meet-Me-Room" in cui tutti gli apparati di ISP e di Carrier possono essere facilmente interconnessi tra loro realizzando rapporti di peering privato, acquisto/rivendita di transito, interconnessioni tra dorsali o rilegamento tra PoP della medesima rete all'interno di MIX e tra MIX e gli altri data-center ad essa collegati.

Generalità         Vantaggi         Cos'è incluso         Costi


GENERALITA'
  • Disponibile per tutti gli operatori (ISP e Carrier) presenti nelle sale del MIX;
  • Consente l'interconnessione fisica tra apparati attivi e/o passivi presenti in una qualsiasi area del MIX in passaggi protetti e controllati

VANTAGGI
  • Possibilità di realizzare interconnessioni verso circa 100 operatori tra ISP e carrier presenti a MIX
  • Realizzazione delle interconnessioni in fibra o rame in canaline differenziate e predisposte a copertura di tutte le aree delle sale
  • Facilità e velocità nella realizzazione delle interconnessioni grazie all'assistenza e supporto operativo da parte del NOC del MIX

INCLUSO NEL SERVIZIO
  • Passaggio in canaline protette ad esclusivo accesso del NOC del MIX
  • Controllo, inventario ed etichettatura di ogni circuito steso dagli operatori
  • Supporto alla stesura del circuito medesimo da parte del NOC del MIX

POOLING@MIX

E' un servizio che prevede l’accesso alla VLAN di peering da parte di gruppi di ISP attraverso la condivisione di risorse d’ accesso con un evidente abbattimento dei costi di connessione.

Generalità         Vantaggi         Costi        


GENERALITA'

Per poter esistere ogni Pool deve essere composto da un Pool Registrar (PR), soggetto che svolge il ruolo di interfaccia verso MIX, e da uno o più Pool Element (PE) che rappresentano gli ISP che intendono arrivare a MIX condividendo le risorse.
Per l'attivazione di un pool è necessario che ciascun Pool Element dichiari la propria velocità di accesso e che la somma delle velocità di ciascun Pool Element sia sempre minore o uguale della velocità della porta su MIX.
La costituzione del Pool è un’attività che coinvolge i soli soggetti che ne fanno parte ed è indipendente da MIX. Per ulteriori informazioni vi rimandiamo alla visione della pagina Pooling@MIX

VANTAGGI

Per gli ISP:
  • disponibilità di adesione a MIX a costi competitivi;
  • facilitazione in fase di set-up della connessione a MIX.

Per i Carrier:
  • offerta di una nuova tipologia di servizio di trasporto L2;
  • apertura di un nuovo mercato sui circuiti di trasporto.

Qualora il Pool sia organizzato da una società che offre servizi di colocation, i vantaggi per il DC provider sono:
  • inserimento nel portfolio servizi della connessione a MIX;
  • fidelizzazione dei propri clienti.
  • potenziale aumento del numero di clienti in co-location che partecipano ai Pool qualora non già presenti

Qualora il Pool sia organizzato da un IX regionale, i vantaggi per l’IX aggregatore sono:
  • crescita del traffico;
  • aumento di fatturato in termini di margine sui gruppi di acquisto organizzati;
  • allargamento del portafoglio servizi (introduzione di un servizio one-stop-shop);
  • fidelizzazione dei propri afferenti.

 COSTI

Il Pool deve provvedere all’acquisto del circuito geografico e della porta di peering su MIX.
Ogni ISP che partecipa al Pool provvede al pagamento a MIX della quota di adesione annuale pari a 850,00 €.
Il PR provvede al pagamento a MIX della/e porta/e sugli apparati del MIX.
Le relazioni economiche in essere all’interno del Pool tra i PE ed il PR non competono a MIX.

SERVIZI PILOTA

Prima della messa in produzione di un nuovo servizio, MIX ne mantiene una fase pilota utile a determinarne gli aspetti tecnici e studiarne l'impatto sui servizi esistenti e le infrastrutture degli ISP. Alla fase pilota partecipano con MIX gli operatori interessati alla sperimentazione in atto. Naturalmente tutti i servizi in test non sono soggetti a costi aggiuntivi per il gruppo che ne fa parte e sono tipicamente caratterizzati da un approccio "best effort".
 
+39 02 40915701
+39 02 40915693
info@mix-it.net
via Caldera,21 - 20153 Milano, IT
C.F. / P.I. 13036360157

 
Copyright © 2017 - MIX s.r.l. Tutti i diritti riservati